Passa ai contenuti principali

Post

Chi sono

foto di Dino Ignani Ho studiato Filosofia a Bari, ho fatto un anno di ricerca in Sociologia dell'immaginario al CeaQ (Sorbonne, Paris) e un master in Filosofia e Psicoanalisi a Roma all'Istituto di Filosofia e Psicoanalisi di Roma. Ho lavorato come docente in alcune scuole di scrittura creativa e scuole medie, ho tenuto corsi come operatrice letteraria in vari centri diurni di psichiatria. Ho frequentato un corso di editing alla Scuola Omero e il corso principe per redattori editoriali da Oblique Studio. Ho pubblicato i romanzi: Fatti male (Gaffi; tradotto in tedesco per Aufbau-Verlag), Homo homini virus (Meridiano Zero; Premio Carver 2015), Disturbi di luminosità (Gaffi; da cui lo spettacolo teatrale Disturbi, con regia di Olivia Balzar, andato in scena all'Ivelise di Roma nel novembre 2019), Brama (Perrone); le sillogi: Mancanza, Deserto (Premio Profumi di poesia 2018) e Città metafisiche (Ensemble); il saggio: Io Sono un'opera d'arte, viaggio nel mondo
Post recenti

CONSIGLI DI LETTURA

(foto di Dino Ignani) Rubrica di consigli letterari aggiornata aperiodicamente. Novembre 2020 Un romanzo che affronta la complessa tematica dei disturbi mentali: narra di Julian Tartari, un ragazzo affascinante e fragile, affetto da schizofrenia.  Si tratta di un libro impegnato a sostenere la legge Basaglia, pubblicato in concomitanza con il quarantennale. Cristina Caloni ci consegna un ritratto molto tenero di Julian, e racconta un complesso rapporto d’amicizia. Induce il lettore a riflettere sul peso lasciato sulle spalle delle famiglie nel caso della malattia mentale; racconta in che misura le vite degli amici e dei familiari vengano travolte dal dolore della fragilità.  "Voleva mantenere il controllo sulla sua vita, non lasciarlo in mano mia, e questo mi ha sempre irritato. Abbandonarsi a me, diceva, sarebbe stato un tenero suicidio. «Ma tu non sei Antonin Artaud e io non sono Anaïs Nin», mi ripeteva. Avrà ripensato alla mia poesia preferita, Réversibilité di Baud

Brama

Vi presento Brama (Giulio Perrone, 2020):  un libro d'amore, morte e follia. Dico brama preferibilmente a desiderio, perché brama è più forte di desiderio, perché in brama c’è il grido dell’elefante, perché in brama c’è Brahma, supremo desiderio del m ondo. Alberto Savinio, La nostra anima Se invece divorerai altri e altre cose rispetto a te, la tua brama rimarrà perennemente insoddisfatta, anche essa vuole di più, vuole ciò che vi è di più prelibato, vuole te. C.G. Jung, Il libro rosso IL TOUR È STATO ANNULLATO PER COVID-19 RASSEGNA STAMPA BRAMA De regimine litterarum Intervista YouTube di Carlo Marino 27sima ora corriere.it NiederGasse Il Foglio ClassiCult La Lettura Le Monde Diplomatique Convenzionali Nuove Pagine Tg2 minuto 25:53 Sul Romanzo Radio Rock 16 febbraio ore17:00 Radio Elettrica 21 febbraio ore 10:30 La poesia e lo spirito Pangea Libreriamo  Letteratitudine Libroguerriero Il Plurale Il posto delle parole Il